Un museo della scuola agraria di Todi

L’Istituto Agrario di Todi è cresciuto molto in questi anni. Lo ha potuto fare ancorandosi a radici profonde che affondano fino alle origini dello Stato Unitario (a riguardo sarà presto edidato un libro a cura del Preside Marcello Rinaldi che darà adeguato risalto alle fasi fondative). Si tratta di una storia, quella della scuola agraria di Todi, unica nel suo genere, ricca di passaggi e di vicissitudini che incrociano la vita sociale, culturale, economica, oltre che formativa ed agronomica, del Paese e del territorio regionale in particolare.

A fronte della crescente visibilità del “Ciuffelli” e di un’attività sempre più articolata e poliedrica, chi opera e chi è vicino all’Istituto avverte con sempre maggiore evidenza la necessità di un “luogo della memoria”, di uno spazio di rappresentanza, di un ambiente nel quale riunire e raccontare in modo compiuto e condiviso -attraverso documenti, materiale, testimonianze delle diverse epoche – la storia della scuola sotto i suoi diversi profili.

Chi meglio dell’associazione ex allievi potrebbe patrocinare una simile iniziativa? E’ una domanda che la dirigenza dell’Istituto, che potrebbe mettere a disposizione ambienti, progettualità e risorse, ha rivolto al consiglio direttivo del sodalizio e, per suo tramite, a tutti noi, chiamati ad essere parte propositiva ed attiva di un’azione impegnativa e di grande valore culturale, in grado di far assurgere la scuola agraria di Todi a livelli ancor più importanti.

L’idea, già in fase di prima elaborazione, è stata lanciata. Nei mesi scorsi si è lavorato alla definizione dei suoi contorni, con l’obiettivo di dare forma ad una prima elaborazione progettuale preliminare.Servirà tempo. E il contributo fattivo di tutti voi.

Gilberto Santucci

Incontro ex allievi numero 17

Domenica 7 ottobre si terrà il XVII incontro degli ex allievi dell’Istituto Agrario Ciuffelli di Todi. Come ogni anno, il programma dell’iniziativa è stato diffuso tramite il periodico “la Cittadella Agraria”, con l’invito ad aderire e a prenotare il proprio posto alla conviviale.

Programma della giornata
Ore 9,30: Registrazione dei partecipanti
Ore 10,00: Benvenuto e saluto delle autorità
Ore 10,30: Assemblea ordinaria dell’Associazione: esame e approvazione bilancio consuntivo anno 2017
Ore 10,45: Gli ex allievi si raccontano: testimonianze di “figli” che hanno fatto strada
Ore 11:45: Prof. Franco Lorenzetti, presentazione libro “Una vita per l’agricoltura”
Ore 12,00: Cerimonia in onore dei diplomati 1968-1978-1988-1998-2008
Ore 12,30: Prof. Guido Gagliardini, 80 anni dal diploma
Ore 13,00: Aperito nel chiostro e pranzo sociale

Assemblea ordinaria dei soci
L’Assemblea dei soci è convocata nel Teatro dell’Istituto Agrario “Ciuffelli” di Todi per domenica 6 ottobre 2018, alle ore 9:30 in prima convocazione e alle ore 10:00 in seconda convocazione, con il seguente ordine del giorno: esame ed approvazione del bilancio consuntivo esercizio 2017.

Al termine delle iniziative in programma nella mattinata, ci sarà la tradizionale conviviale degli ex allievi. La partecipazione è aperta a TUTTI GLI EX ALLIEVI, ANCHE NON ISCRITTI all’Associazione, e ai rispettivi amici e familiari, che abbiano prenotato entro e non oltre le ore 13:00 di lunedì 30 settembre 2018. Il costo è fissato in euro 25,00. Prenotazioni: Tel. 075-8959511 – Fax 075-8959539 – email: incontroexallievi@gmail.com

Dal primo pomeriggio musica nel chiostro con l’esibizione de “I Satiri”, la storica band che suonò alla festa dell’Agraria dell’8 dicembre 1973, e con il DJ Raffaele Porzi che proporrà un revival dagli anni ’60 agli anni ’90.

La Cittadella è ora Università

L’Istituto Agrario è ora anche Università. Il “Ciuffelli” ha siglato una convenzione con l’Università Internazionale Uninettuno, il primo ateneo telematico italiano istituito con decreto del Miur per il rilascio di titoli accademici legalmente riconosciuti in Italia, in Europa e in numerosi Paesi del Mediterraneo.

In virtù dell’accordo stipulato la Cittadella Agraria è diventata sede del Polo tecnologico per l’Umbria di Uninettuno, che nel 2017 è stata l’unica università telematica in Italia promossa a pieni voti dall’Agenzia Nazionale per la Valutazione del sistema Universitario e della Ricerca, classificandosi al terzo posto su 19 atenei statali e non statali esaminati. Pur essendo un’unica Università, il cui obiettivo è quello di rendere accessibile la conoscenza sfruttando le più moderne tecnologie web, l’organizzazione di Uninettuno si caratterizza per una struttura “reticolare” sul territorio, con una sede centrale collegata a 30 poli tecnologici in Italia e 60 all’estero (164 le sedi d’esame in tutto il mondo).

Uninettuno offre oggi 29 corsi di laurea e 17 corsi di master, con 6 facoltà attive: beni culturali, psicologia, scienza della comunicazione, economia, giurisprudenza e ingegneria. Il modello di apprendimento è caratterizzato da un cyberspazio didattico, dove si insegna e si apprende in cinque lingue: italiano, arabo, inglese, francese e greco.

Il Polo tecnologico di Todi, di riferimento per l’intera Umbria, oltre a funzionare da presidio didattico con un ruolo di coordinamento e supervisione delle attività formative e di ricerca nell’ambito territoriale di competenza, offre un luogo fisico di interazione e di incontro tra studenti, docenti e tutor dove vengono messe a disposizione degli iscritti tutte le tecnologie per seguire i corsi a distanza, partecipare alle attività didattiche in videoconferenza e, soprattutto, sostenere gli esami.

A luglio si è tenuta la prima sessione con 21 iscritti agli esami; le prossime date sono fissate per il 12 settembre e il 22 ottobre. Venerdì 28 settembre, invece, è in programma l’Open Day universitario, con la sede di Todi aperta a tutti gli interessati per fornire consigli ed informazioni.

Inutile sottolineare come la presenza di Uninettuno rafforzi il polo formativo-culturale dell’Istituto, andando a fornire una risposta anche a quanti per motivi economici, logistici e di tempo, si pensi alla vasta platea di studenti-lavoratori, desistono dal proseguimento degli studi universitari o abbandonano gli stessi strada facendo. Alla Cittadella Agraria di Todi si è attivata una sinergia importante che rappresenta un investimento sociale e che costituisce una ventata di rinnovamento che vede protagoniste le tecnologie telematiche che possono contribuire ad una formazione permanente, inclusiva e flessibile.

Sulla base di una consolidata esperienza, nei corsi Uninettuno il titolare dell’insegnamento veicola tramite internet direttamente sulla scrivania dello studente lezioni, prodotti multimediali, banche dati, esercitazioni, sistemi di valutazione e di autovalutazione, tutoring online, forum, chat, wiki tematici. Le video lezioni digitalizzate sono il punto di partenza del processo di apprendimento, con ogni singolo argomento collegato in modo ipertestuale e multimediale a saggi, libri, esercizi, laboratori virtuali, bibliografie ragionate e sitografie, tutte risorse a cui si aggiungono le esercitazioni on line interattive e i laboratori virtuali nei quali lo studente tramite un processo di “learning by doing” integra la teoria con la pratica.

10, 20, 30, 40, 50 anni fa

Vedrete solo 8”, recitava la pubblicità di una rete Tv. E anche all’incontro degli ex allievi questo è l’anno dell’8: 1968, 1978, 1988, 1998, 2008 per festeggiare i diplomati di 50, 40, 30, 20, 10 anni fa. Il contro-appello è lanciato. Questi i registri dell’epoca per facilitare l’organizzazione delle rimpatriate del decennale e, in alcuni casi, purtroppo, per ricordare chi non è più tra noi.

Diplomati 1968

Agrestini Alvaro, Anichini Francesco, Basilissi Giuseppe, Bastioli Luciano, Battini Gianni, Calzoni Giampiero, Castrini Fernando, Corlucci Carlo, Diadora Alfredo, Ercolini Luigi, Giacchè Maria Luisa, Giampietri Elvio, Madau Nicola, Palomba Ulderico, Picchiotti Massimo, Pimpinelli Antonio, Piras Cipriano, Pizzichini Simonetta, Rinaldi Roberto, Sargenti Alviero, Silvestrini Elvio, Valentino Valentini.

Diplomati 1978

Sez. A. Antonelli Giovanni, Cardinali Domenico, Carletti Maurizio, Coarelli Laura, Cotti Ernesto, De Benedictis Gianni, Gambelli Maria Fiorella, Grilli Domenico, Iachettini Angelo, Negga Yosief, Petrazzoli Rita, Proietti Alfio, Ranucci Tiziana, Sargentini Antonio, Scassini Fabrizio, Tosoni Vittorio, Valeriani Valeriano.

Sez. B. Antonelli Antonio, Battistoni Goffredo, Bicchi Alfiio, Boccali Ettore, Cecchini Gianluigi, Ciccarelli Pietro, Lucaroni Massimo, Mannaioli Claudio, Napoletti Renzo, Ribelli Giampiero, Schippa Marco, Sistoni Pepparoni Gianni, Tani Remo, Tiberi Marcello, Tomassi Stefano, Valentini Amos, Valentini Sergio.

Diplomati 1988

Sez. A. Agostini Tommaso, Antonelli Domenico, Boccali Sergio, Emili Rossano, Mammoli Alberto, Orsini Paolo, Palermi Gianluca, Paolini Cesare, Pasqualini Massimo, Pernazza Massimo, Pilati Francesco, Rossi Massimiliano, Sabatini Roberto, Tara Fabio, Torti Danilo, Umbrico Mario, Veneri Simone, Ziarelli Carlo, Zoppetti Samuele.

Sez. B. Bigaroni Stefano, Chiavini Antonio, Chioccoloni Marco, Conigli Stefano, Conti Fabrizio, Dei Bianchi Gianni, Dei Bianchi Roberto, Di Paolo Alfredo, Melchiorri Remo, Natili Valerio, Piagnani Paolo, Rizzo Rosario, Romagnoli Marcello, Rosati Enzo, Rossi Francesco, Scanu Paolo, Stagnari Fabio.

Sez. C. Antonini Luigi, Berretti Massimo, Bizzarri Sabrina, Ciani Pazzaglia Maurizio, Gentili Luca, Giulivi Carlo, Granieri Giuliano, Introppico Lorenzo, Lombardi Paola, Longari Francesco, Mancini Laura, Mannaioli Stefania, Marcacci Loreno, Pasqualini Giuseppe, Piselli Maurizio, Rinalducci Gianfranco, Sassonia Marcella.

Diplomati 1998

Sez. A. Andreini Andrea, Brunelli Alessandro, Chiucchiolo Mauro, Del Gaia Davide, Fanali Mariani Daniele, Fiori David, Liti Simone, Marani Alessio, Metelli Carlo, Pannacci Fabio, Pasquini Paolo, Patacca Graziano, Pontiani Massimiliano, Rossi Samuele,  Silvani Simone, Sirci Sandro, Tartamelli Angelica, Tomassini Luca, Uberti Stefano, Volpi Michele, Zannoli Riccardo.

Sez. B. Alzalamira Mirko, Corradini Corrado, De Santis Daniele, Giorgioni Diego, Lattanzi Gionata, Lucidi Tito, Martinelli Lorenzo, Servili Damiano, Verducci Riccardo.

Diplomati 2008

Sez. A. Nicola Alessandrelli, Martina Bececco, Lorenzo Carloni, Del Priore Lorenzo, Simone Fabrizi, Matteo Lanterna, Monelli Michele, Simone Rellini, Andrea Renzetti Pagnotta, Filippo Rossi, Michele Silvani, Tini Paola.

Sez. B. Antonini Antonio, Enrico Benedetti, Massimiliano Arru Di Crescenzio, Epifani Erika, Fabrizio Fioretti, Forzanti Christian, Agnese Giontella, Valerio Lepri, Alessandro Mariotti, Massetti Francesco, Francesco Massetti, Mengoni Mattia, Alessandro Strappafelci, Jacopo Tascini, Francesco Torti.

Sez. C. Diego Canneori, Cinti GianMarco, Matteo Feriani, Jacopo Giorgi, Lisa Lorenzini, Davide Marinelli, Massimiliano Pagliaccia, Attilio Panetto, Roberto Pulcino, Filippo Sordini, Stecchiotti Alessandro.

Nuovi periti agrari 2018

L’Istituto ha sfornato nuove leve, che segnaliamo per invitare gli ex allievi più “maturi” a tenerne conto per eventuali impieghi ed assunzioni (anche se diversi intendono proseguire il percorso universitario). Ovviamente aspettiamo anche loro domenica 7 ottobre per favorire un bello scambio intergenerazionale.

Sez. A. Antoniacci Alberto, Bellaveglia Gloria, Bigaroni Alessio, Cagiotti Luca, Capoccia Lorenzo,Cerrini Omar, Colopardi Emanuele, Domiziani Giacomo, Grifoni Valerio, Liurni Alessio, Marietti Nicolò, Menghinelli Jasmine, Rossi Francesco, Santi Christian, Torrisi Saverio.

Sez. B. Armadoro Luca, Bistarelli Giacomo, Cascianelli Filippo, Di Angelantonio Mirko, Galliccia Sara, Marcacci Simone, Marchegiani Gianluca, Pantalissi Roberto, Raimondi Margherita, Sbarra Simone, Vidi Vittoria, Zamporlini Amedeo.

Sez. C. Adamita Costel, Aiudi Marco, Belibani Giulio, Bellu Emanuele, Brizi Nicola, Buccolini Tommaso, Cintia Francesca, Marcucci Alessandro, Massaiu Martina, Modesti Jacopo, Moretti Alessandro, Pantaleoni Marco, Pericolini Leonardo, Pettorossi Samuele, Poggelli Moreno, Ricci Anna Lucia, Sensini Silvio, Soccolini Nicola.

Sez. D. Argenti Daniel, Battisti Maria Francesca, Cavalus Costin Alexandru, Cerasoli Simone, Giontella Leonardo, Giovannetti Nicolò, Latterini Giacomo, Marchetti Michele, Onofri Christian, Passagrilli Gabriele, Pennacchi Aurora, Pernazza Lorenzo, Perni Mariarita, Persichetti Valerio, Proietti Marco, Qama Moreno, Rossi Leonardo, Sagliano Giovanni Croce, Sensini Giulio, Siena Chiara, Sigismondi Matteo, Tosti Michela, Vagni Federico.

Il giornalino degli ex allievi

E’ uscito il nuovo numero de “La Cittadella Agraria”, il periodico dell’associazione ex allievi dell’Istituto Agrario giunto al suo sedicesimo anno di pubblicazione.
Il giornalino, inviato ai 3.000 diplomati del “Ciuffelli” dal dopoguerra ad oggi, ospita notizie sull’attività del sodalizio, sulle iniziative dei diplomati e sui tanti cambiamenti in corso nella scuola che ha contribuito alla loro formazione umana e professionale.
Il periodico, che si propone di tenere “in affettuoso contatto” gli ex allievi, è autofinanziato.
Finora sono usciti 32 numeri
, uno ogni sei mesi, ma la volontà del nuovo direttivo dell’associazione è di portarlo ad una periodicità quadrimestrale, per poter essere vicini a quelli ex allievi che non sono sui social, dove invece l’aggiornamento informativo è quotidiano attraverso il gruppo facebook “Istituto Agrario Ciuffelli Todi ieri e oggi” ed il blog web “Ex allievi agraria Todi”.

La prima gita degli ex allievi

Tra le prime iniziative promosse nel 2018 dall’associazione figura la gita di quattro generazioni di ex allievi, venerdì 19 gennaio, alla Fabbrica Italiana Contadina (FICO) di Bologna. Nel gruppo, docenti universitari, presidi, docenti, imprenditori, professionisti e operatori, tutti mossi da un forte senso di appartenenza alla scuola e dalla voglia di stare insieme per parlare di passato, presente e futuro.

L’assortita comitiva, con età compresa tra i 22 e gli 85 anni, è stata accolta dal Collegio nazionale dei periti agrari e dalla Fondazione FICO per una presentazione del parco agroalimentare più grande del mondo, con campi, allevamenti, laboratori, negozi ed aree tematiche, realizzato per racchiudere in un’unica “casa” la tradizione agricola, la cultura del cibo di qualità e le competenze delle persone che lavorano nelle filiere dell’agrifood.

E’ seguita, come quando si andava scuola, la visita libera a questa sorta di Expo permanente, per poi ritrovarsi a pranzo insieme. Nel pomeriggio il gruppo è stato invece ospite dell’evento celebrativo per gli 80 anni di Edagricole, casa editrice di centinaia di libri e di decine di periodici specializzati.

Per la variopinta scolaresca è stata l’occasione per ritrovarsi con esperti di tutta Italia ad ascoltare lo scrittore Antonio Pascale, l’ex Ministro dell’agricoltura Paolo De Castro, oggi al Parlamento Europeo, il giornalista Lorenzo Tosi ed altri nomi noti noti agli addetti ai lavori, i quali hanno delineato le prospettive dell’agricoltura che verrà, oggetto di una speciale pubblicazione – Nuova Generazione – lanciata nell’occasione e che ospita tra gli altri anche un articolo sul digital agrifood dell’ex allievo Gilberto Santucci.

Non è stato facile rimettere tutti seduti sull’autobus per ripartire in orario alla volta dell’Istituto, dove il gruppo è arrivato in serata, al termine di un viaggio di ritorno animato da aneddoti, ricordi e riflessioni sulla scuola, sull’agricoltura, sull’ambiente e sull’alimentazione.

Un’esperienza semplice ma segnante per tutti, tanto che l’associazione sta già lavorando per proporre altre gite didattiche tra memoria e futuro.

L’ex allievo porta la Irritec a Todi

Venerdì 23 febbraio, presso l’Aula Magna dell’Istituto Agrario, a partire dalle ore 10, si terrà un seminario formativo, aperto a studenti ed operatori ed organizzato dalla multinazionale “Irritec”, sul tema “Gli impianti micro-irrigui per incrementare l’efficienza dell’utilizzo delle risorse”.
Promotore dell’iniziativa formativa l’ex allievo Piero Giardinieri, tecnico commeciale di un’azienda che distribuisce i propri prodotti in oltre 140 Paesi nel mondo, con più di 700 dipendenti  e stabilimenti in Italia, Spagna, Stati Uniti, Messico e Brasile.

 

Gli ex allievi in gita al FICO!

L’associazione ha in animo di organizzare una “gita scolastica” riservata agli ex allievi. Un’occasione diversa per rievocare i tempi della scuola ma anche per aggiornarsi sulle tante novità del settore agro-alimentare, anzi agrifood come si suole dire adesso!
L’iniziativa è in programma per venerdì 19 gennaio 2018, quando con un confortevole autobus gran turismo a 54 posti ci si recherà a Bologna, alla nuovissima Fabbrica Italiana Contadina (FICO), un parco agroalimentare articolato su 10 ettari, con negozi, campi, stalle, ristoranti, servizi ed aree a tema dedicate.
In quella data, presso l’ultimo “eataly wordl” di Oscar Farinetti, si festeggeranno anche gli 80 anni della Edagricole, la storica casa editrice di tante pubblicazioni e libri di testo del settore agrario.
La partecipazione prevede un contributo spese di 20 euro. Agli interessati verrà inoltrato il programma dettagliato della giornata.

Altre novità per gli ex allievi

Il Consiglio direttivo dell’associazione ex allievi, in linea con quanto annunciato, ha assunto alcune decisioni tese ad allargare la partecipazione dei diplomati del “Ciuffelli” alla vita del sodalizio, al fine di poter coagulare intorno alla Cittadella Agraria più generazioni.
Oltre a quelle già illustrate in un precedente post, si segnalano le seguenti iniziative:
– nomina di un comitato consultivo di 20 persone, di età, professione e provenienza diversa che possano supportare e stimolare il direttivo nelle azioni da intraprendere, facendosi loro stessi protagonisti di eventi di interesse della comunità scolastica e degli ex allievi in particolare. Il Presidente Ruggiano si appresta a scrivere una lettera di “convocazione” a quanti hanno già manifestano la loro dispomibilità a collaborare, lasciando aperta la porta a chiunque voglia offrire liberamente il proprio supporto all’associazione. I nomi di coloro che accetteranno di far parte di questo Consiglio allargato saranno pubblicati nelle prossime settimane al fine di consentire alla base associativa di fare a loro riferimento per suggerimenti e proposte.
– costituzione di gruppi di “supporter geografici”, a partire dalla Sardegna e dal Lazio, regioni nelle quali si segnala una più folta colonia di ex allievi, allo scopo di rafforzare i legami con territori per i quali il Ciuffelli di Todi ha rappresentato un punto di riferimento in passato o lo è tuttora oggi.
– proporre alla prossima assemblea l’individuazione di una quota unica di 20 euro annui per acquisire il titolo effettivo di socio (eliminando pertanto la quota iniziale una tantum di 40 euro e la riduzione per i diplomati degli ultmi 5 anni), semplificando e parificando quanto andato sedimentandosi dalla fondazione ad oggi, con l’auspicio che ciò possa incentivare l’avvicinamento al sodalizio ed in ogni caso una maggiore facilità di adesione e di gestione degli associati.

Nella foto: Paola Padiglioni (a sinistra), componente del direttivo dell’associazione, e Letizia Ruggeri, tecnico presso l’Itas.